Camino a gas? Quale scegliere?

Il camino a gas è la soluzione perfetta per chi desidera godere della suggestiva atmosfera che il camino regala alla casa ma non vuole (o non può) sobbarcarsi i disagi che la legna da ardere o i sacchi di pellets impongono.

Di semplice installazione, i camini a gas sono scelti sempre più spesso dalle persone per riscaldare la propria abitazione; rappresentano un’alternativa, comoda e ecologica al più tradizionale camino a legna.

Diverse sono le tipologie di camino a gas. Vediamo quali scegliere:

Camini elettroaspirati: ovvero dotati di un aspiratore per espellere i gas combusti: senza bisogno di un vetro protettivo si potrà godere del calore del fuoco in tutta sicurezza.

Camino a tecnologia catalitica: I Camini a gas con tecnologia catalitica hanno una combustione estremamente pulita grazie alla loro avanzata tecnologia. Tutti i gas residui della combustione vengono filtrati attraverso un catalizzatore e trasformati in innocua anidride carbonica e vapore acqueo.

100% efficiente
I Camini a gas che usano una canna fumaria tradizionale disperdono fino al 92% di calore. Tutto il calore prodotto dalle stufe catalitiche viene usato per scaldare l’ambiente.

Sicurezza
Il catalizzatore non va sostituito, test specifici ne stimano l’efficienza oltre i trenta anni.

Requisiti per l’installazione
Questi focolari devono sempre essere installati secondo le norme vigenti. Non possono essere installati in camere da letto, bagni o seminterrati. Necessitano di due prese d’aria per l’areazione dell’ambiente in base ai Kw di potenza del camino.

Per il giardino o la terrazza, i camini a gas outdoor sono l’ideale: prodotti e progettati proprio per funzionare a cielo aperto, sono disponibili sia come tavolini alti da bistrot, al centro dei quali potrai tener viva la fiamma, sia come semplici bruciatori a gas, a disposizione di qualsiasi progetto tu abbia in mente.

Camini a flusso bilanciato:

Infine, ci sono i camini a gas a flusso bilanciato: grazie alla loro tenuta stagna, la combustione avviene in una camera sigillata e non c’è emissione di anidride carbonica nell’ambiente. Una caratteristica che li rende gli unici modelli da poter installare in camera da letto.

Ogni modello è dotato sia di un vetro protettivo, sia di un telecomando per gestire il caminetto anche a distanza: e così, alla fine di una giornata stressante, accendere il fuoco mentre ti riposi sul divano sarà un piccolo lusso di cui non potrai più fare a meno.

La grande versatilità, la facilità di installazione e il sorprendente realismo della fiamma del gas, fanno di questi camini dei veri e propri elementi di arredo. Con diversi modelli che riescono a soddisfare le esigenze di ogni cliente: dal salone alla camera da letto, dalla campagna alla città, i caminetti a gas arredano con eleganza tutte le case.

Potenza

La potenza termica di un camino a gas a flusso bilanciato può variare dai 5 ad oltre 10 kW, riesce a riscaldare ambienti medio piccoli da 20 a 60 metri quadrati. Tutti i camini hanno un controllo termostatico per l’ottimizzazione del calore.

Installazione

Per installare il camino è necessario portare il condotto gas ed il punto corrente dove avete intenzione di posizionare il camino. Per la messa in opera consigliamo di affidarvi ad un tecnico specializzato. Ovviamente oltre a queste predisposizioni, occorre collegare il tubo di scarico coassiale 100/150 oppure 130/200 a seconda del modello scelto.

Accessori e dotazioni

Tutti i camini vengono forniti con diverse funzioni integrate come blocco bambini, programmazione settimanale, termostato e ottimizzazione della fiamma. Tutti i camini di questa sezione possono essere installati con il nuovissimo sistema aspirato che permette di installare un camino laddove prima era impossibile.

Ecco alcuni esempi di camini a gas della PIAZZETTA:

Con canna fumaria:

I camini a gas con canna fumaria prendono l’ossigeno per la combustione direttamente dall’ambiente in cui sono installati. Questi prodotti hanno prescrizioni di areazione e scarico dei fumi ben precise e sono comunque nati per scaricare in canna fumaria realizzata a regola d’arte. Areazione minima richiesta 100 cm2. Per la corretta realizzazione della canna fumaria (sezione, forma, lunghezza, etc.) bisogna fare sempre riferimento alle normative vigenti. Si tratta di un passo fondamentale perché, dal corretto progetto della canna fumaria dipende il buon funzionamento del camino e quindi anche un buon tiraggio. La canna fumaria o camino ha il compito di condurre i fumi della combustione al di fuori dell’edificio.

Camini esistenti

Se avete a disposizione un vecchio caminetto a legna che non accendete più oppure desiderate semplicemente ammodernarlo, questi inserti a gas sono la soluzione ottimale. Si possono infatti inserire dei bracieri in ghisa all’interno del camino oppure incassare dei bruciatori sul piano fuoco; questo vi permetterà di tornare ad utilizzare il vostro vecchio camino ma con un fuoco pulito, senza più produrre fumo e cenere

Accessori e dotazioni

La maggior parte dei focolari si controllano tramite telecomando, solo alcuni braciere hanno l’opportunità di scegliere il controllo manuale. Tramite il telecomando si può accendere, spegnere e regolare la fiamma.

Ecco alcuni esempio di camini e bruciatori distribuiti dalla British Fire:

Ad incasso: Sebbene questa tipologia possa essere ricondotta a quelle “con canna fumaria” e “senza canna fumaria” va considerato a parte. In primo luogo per il design che è veramente raffinato e riproduce alla perfezione l’aspetto di un vero camino. Secondariamente, per il prezzo, molto più alto della media, determinato dalla necessità di intervenire sulla muratura.

I vantaggi di scegliere un camino a gas

Rispetto ai camini tradizionali, i camini a gas presentano i seguenti vantaggi:

Facilità di manutenzione. Il camino tradizionale va pulito regolarmente, soprattutto per sgombrare la canna fumaria. Inoltre, vanno rimossi i prodotti di scarto della combustione del legno. I camini a gas non causano questi problemi: a bruciare è semplicemente gas.

Facilità di utilizzo. Gestire un camino, specie per chi non è abituato, può essere un impegno molto gravoso. Tra le azioni da compiere: il rifornimento della legna, l’accatastamento, la sistemazione della stessa per favorire la combustione e alto ancora. Il camino a gas, invece, si accende con un pulsante.

Facilità di installazione. I camini a gas si installano come se fossero un normale elettrodomestico e non necessitano di grandi interventi strutturali.

Sicurezza. Non vi è alcun rischio che nell’ambiente si disperdano prodotti della combustione.

Risparmio. A parità di calore prodotto, il gas costa molto meno della legna e persino del pellet.

Rispetto alle classiche stufe, poi, i camini a gas sono esteticamente molto più gradevoli.

Vuoi sfolgliare e scaricare i cataloghi in PDF delle nostre aziende di stufe e camini ?

Collegati alla nostra sezione dedicata e completa il form di contatto, clicca QUI

Leave a Reply